Da martedì 10 aprile a martedì 5 giugno si terrà al CGS CLUB AMICI DEL CINEMA di Genova Sampierdarena, la rassegna “Family Life – Film Discussi Insieme”, ciclo di cinque film sui rapporti familiari che il cineclub ha organizzato insieme ad Altrementi, associazione culturale che lavora con le famiglie per aiutarle nei momenti di difficoltà.

I cinque appuntamenti inizieranno alle 19 con un ricco apericena, proseguiranno alle 20 con la visione del film e si concluderanno con un dibattito condotto dalle psicologhe Laura Barbasio e Giulia Mela. Tutte le proiezioni saranno precedute da una breve presentazione a cura del critico cinematografico Juri Saitta.

La rassegna è costituita da cinque titoli incentrati sul tema della famiglia che si diversificano per genere, linguaggio cinematografico e contesto produttivo: si passa, infatti, dal dolente dramma russo “Loveless” alla commedia statunitense “Lady Bird”, dal corale italiano “A casa tutti bene” fino ai “kammerspiel” francofoni “E’ solo la fine del mondo” e “Dopo l’amore”.

Ad aprire le danze martedì 10 aprile sarà “Loveless” di Andrey Zvyagintsev, film russo sulla scomparsa di un bambino poco amato dai genitori, troppo concentranti su se stessi per accorgersi della sofferenza del figlio. Il lungometraggio ha ricevuto il Premio della Giuria al 70° Festival di Cannes ed è stato candidato all’Oscar come “miglior film straniero”.

Martedì 24 aprile sarà invece la volta di “Lady Bird”, l’esordio alla regia dell’attrice e sceneggiatrice statunitense Greta Gerwig. Si tratta di una commedia dolceamara su una ragazza che cerca di costruire la propria identità all’interno di un contesto familiare e cittadino (Santa Barbara) sentito come soffocante e limitato. Il film è stato candidato a cinque premi Oscar e ha vinto due Golden Globe come “miglior commedia” e “miglior attrice in una commedia” (andato a Saoirse Ronan).

La rassegna proseguirà martedì 8 maggio con “A casa tutti bene”, film corale di Gabriele Muccino sulla riunione caotica e problematica di una famiglia borghese. L’opera ha un cast ricco di nomi noti del cinema italiano come Stefano Accorsi, Pierfrancesco Favino, Stefania Sandrelli e Claudia Gerini.

E dopo la proiezione di tre successi di questa stagione, il ciclo proseguirà martedì 22 maggio con un titolo interessante ma meno visto dello scorso anno: “Dopo l’amore” di Joachim Lafosse, film francese in cui Bérénice Bejo e Cédric Khan interpretano una coppia che sta divorziando anche e, soprattutto, per cause economiche e materiali. Il lungometraggio è stato presentato alla Quinzaine des Réalisateurs del 69° Festival di Cannes.

A concludere la rassegna martedì 5 giugno sarà una delle opere più discusse della passata stagione: si tratta di “E’ solo la fine del mondo” dell’enfant prodige del cinema mondiale Xavier Dolan (“Tom à la ferme”, “Mommy”). Interpretato, tra gli altri, da Marion Cotillard e Vincent Cassel, il lungometraggio è incentrato sulla resa dei conti di un gruppo familiare nevrotico e frustrato. Il film ha vinto il Gran Premio della Giuria al 69° Festival di Cannes.