A partire da giovedì 17 settembre, al CGS Club Amici del Cinema di Genova, PoeVisioni 2020 presenterà due retrospettive, la prima dedicata a Giorgio Diritti e la seconda a David Grieco.
Di Giorgio Diritti, oltre all’ultimo Volevo nascondermi (Italia 2020), film sul pittore Ligabue, verrà rirproposto, alle ore 21:00, Il vento fa il suo giro (Italia 2005), venerdì 18 sarà invece la volta di Piazzàti (Minàas Fitàas) (Italia 2009), documentario che racconta di un fenomeno particolare, quello dei “piazzàti” o “mainàas fitàs”, “ragazzi affittati”: figli di poverissimi contadini che venivano affittati dalle loro famiglie per andare a lavorare da quelle più benestanti. Domenica 20, alle ore 18.30, sarà proiettato Con i miei occhi (Italia 2002), documentario ambientato nella foresta amazzonica, e infine, lunedì 21 alle 21:00, L’uomo che verrà (Italia, 2009), film sulla guerra vista dal basso, dalla parte di chi la subisce e si trova, suo malgrado, coinvolto nei grandi eventi della storia che sembrano dimenticare le vite degli uomini.

La retrospettiva su David Grieco avrà inizio sabato 19 settembre alle 18:30 con La Macchinazione (Italia 2016), film sull’assassinio di Pier Paolo Pasolini, che fu amico dell’autore, e proseguirà martedì 22 alle ore 18:30 con Evilenko (Italia, 2004), film tratto dal romanzo dello stesso Grieco Il comunista che mangiava i bambini, e che vede come protagonista un assassino seriale interpretato da Malcolm McDowell. 25 settembre alle ore 21:00 verrà proiettato Notarangelo. Ladro di anime (Italia, 2019), film documentario su Notarangelo, fotografo e uomo politico della sinistra comunista. La rassegna si concluderà domenica 27 settembre alle 21:00 con Borgata America (Italia 2019), una cronaca di viaggio di Sergio Citti e David Grieco in occasione della retrospettiva dedicata a Pier Paolo Pasolini a San Francisco all’Università di Berkeley.

Venerdì 18 settembre, alle ore 19:00, verrà proiettato Libri di sabbia di Maurizio Fantoni Minnella (Italia 2019). Il film racconta il viaggio attraverso la Mauritania per cercare le antiche biblioteche che si trovano in pericolo di distruzione. La meta del viaggio di ricerca è Chinguetti (oltre a Oulata, Ouadane e Tichitt), nel cuore della Mauritania, antica città carovaniera, Patrimonio Mondiale dell’Unesco, che a causa della desertificazione incombente, rischia di perdere il suo immenso patrimonio librario.