Il cinema Lux di Padova, animato dal Circolo CGS The Last Tycoon, dedica al Giorno della Memoria 2019 un programma speciale, in esclusiva per Padova. In cartellone ben quattro film, proposti in orari e giorni diversi a partire da domenica 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, oggi ricorrenza ufficiale in ricordo delle vittime della Shoah. Due le proiezioni mattutine rivolte alle scuole.

Domenica 27 gennaio, alle ore 18,50, proiezione del film – in uscita in contemporanea in tutta Italia – di Roberta Grossman “Chi scriverà la nostra storia”, tratto dall’omonimo libro dello storico Samuel Kassov. La vicenda narrata risale al novembre del 1940, quando i nazisti rinchiusero 450 mila ebrei nel ghetto di Varsavia. Una compagnia segreta composta da giornalisti, ricercatori e capi della comunità, guidata dallo storico Emanuel Ringelblum e conosciuta con il nome in codice Oyneg Shabes (“La gioia del Sabato” in yiddish), decise di combattere le menzogne e la propaganda dei nazisti non con le armi e con la violenza, ma con carta e penna.

INFO: https://www.movieconnection.it/2019/chi-scrivera-la-nostra-storia

Lunedì 28 gennaio, alle 18, è la volta del film ungherese “1945”, di Ferenc Torok (versione originale sottotitolata). In un afoso giorno di agosto del 1945, mentre gli abitanti di un villaggio ungherese si preparano per il matrimonio del figlio del vicario, un treno lascia alla stazione due ebrei ortodossi, uno giovane e l’altro più anziano. Sotto lo sguardo vigile delle truppe occupazioniste sovietiche i due scaricano dal convoglio altrettante casse misteriose e si avviano lentamente verso il paese. Il precario equilibrio che la guerra appena terminata ha lasciato sembra ora minacciato dall’arrivo dei due ebrei. In tutta la comunità si diffondono rapidamente la paura e il sospetto che i tradimenti, le omissioni e i furti, commessi e sepolti durante gli anni di conflitto, possano tornare a galla. In un affascinante, rigoroso bianco e nero il film procede con un ritmo al contempo quieto e incalzante. Una “poetica” di responsabilità universale.
INFO: https://www.movieconnection.it/2018/1945

A seguire, sempre lunedì 28 (ore 19,40), la coproduzione austro-israeliana “La testimonianza”, avvincente opera prima di Amichai Greenberg presentata a Venezia 74 (versione originale sottotitolata). Il film racconta la strenua ricerca della verità di un familiare di sopravvissuti alla Shoah. Yoel, studioso e ricercatore, vive in Austria. Deciso a bloccare una importante speculazione edilizia per dimostrare l’esistenza di una strage di ebrei dimenticata, finisce per diventare protagonista di un’indagine piena di tensione. Da un lato la battaglia legale contro un’importante famiglia di industriali, dall’altro i segreti sulla propria famiglia che Yoel inaspettatamente scopre facendo ricerche sui sopravvissuti. Il silenzio sembra impossibile da spezzare, ma non per un uomo incrollabilmente dedito alla ricerca della verità.
INFO: https://www.movieconnection.it/2018/la-testimonianza

Il programma dedicato al Giorno della Memoria si chiude martedì 29 gennaio (ore 11,30 e ore 15,30) con “1938. Diversi”, film di Giorgio Treves che vuole raccontare cosa comportò per gli ebrei italiani l’attuazione delle leggi antiebraiche, e come la popolazione ebraica e quella non ebraica vissero il razzismo e la persecuzione. Il film si concentra sui sottili meccanismi di persuasione messi in opera dal fascismo grazie all’efficace e pervasiva azione del Ministero della Cultura Popolare (MinCulPop), centro direttivo della propaganda di regime. Ecco allora gli articoli, le vignette, i fumetti, i filmati con cui nel volgere di pochi mesi gli ebrei vennero trasformati prima in “diversi”, poi in veri e propri nemici della nazione. Il tutto sia attraverso la voce di alcuni testimoni diretti, sia attraverso la ricostruzione, in animazione, di alcuni episodi di discriminazione e umiliazione realmente accaduti.
INFO: https://www.movieconnection.it/2018/1938-diversi