Genova: omaggio al maestro Yasujiro Ozu

Domenica 24 luglio alle ore 20.30 all’arena estiva LA FORTEZZA NASCOSTA (Villa Grimaldi Palazzo della Fortezza) via Palazzo della Fortezza, 4 di Sampierdarena la presentazione di una nuova rivista apre l’omaggio al maestro Yasujiro Ozu, “il più giapponese dei registi giapponesi”.
Alle ore 21.30 FIORI D’EQUINOZIO è il primo dei film che verranno riproposti ancora una volta, visto il successo della retrospettiva dedicata al Maestro realizzata presso il Club Amici del Cinema nell’ambito del Missing Film Festival. La rassegna comprenderà i sei capolavori restaurati e digitalizzati dalla major giapponese Shochiku, che grazie alla casa di distribuzione TUCKER sono arrivati anche a Genova dopo essere stati presentati con grande successo in diverse città italiane. Sei opere ormai universalmente riconosciute come classici, un ideale polittico sulla condizione umana, tenuto lontano da eventi drammatici per rappresentare la vita attraverso il contesto quotidiano dei personaggi. Ozu è stato un regista e sceneggiatore capace di riassumere nei suoi film la tradizione e la modernità del suo paese con una dialettica precisa, elaborando un universo poetico inconfondibile; con uno stile sobrio, quasi sommesso, e un rigore narrativo che raggiunge la perfezione, facendo di lui un maestro venerato della cinematografia.
FIORI D’EQUINOZIO è la storia di un padre che si oppone al matrimonio della figlia e viene battuto dalle forze coalizzate del mondo femminile.
Giovedì 4 agosto VIAGGIO A TOKIO, la cronaca venata di amarezza del viaggio di un’anziana coppia per far visita ai figli sposati nella metropoli. Giovedì 11 IL GUSTO DEL SAKÉ l’ultimo film di Ozu, ancora sul tema del matrimonio, è un’elegia del tempo che scorre e della nostalgia del passato. Giovedì 18 TARDA PRIMAVERA, il film quintessenziale di Ozu che racconta di un vecchio professore e di sua figlia, decisa a non sposarsi per non lasciare solo il padre: una descrizione potente e lieve dell’inevitabile mutevolezza delle cose. Martedì 30 BUON GIORNO, lo sciopero del silenzio di due fratellini è una divertita riflessione sul linguaggio: di cosa parliamo quando parliamo. Giovedì 8 settembre TARDO AUTUNNO, pieno di nostalgia agrodolce su tre vecchi amici, ex corteggiatori di una bellissima donna ora vedova, che cercano di combinare il matrimonio di sua figlia,ognuno con qualche segreta speranza.
Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli italiani.
La serata sarà introdotta da un intervento dei componenti della redazione della rivista «SEGNALI DI CONFINE». Saranno presenti, oltre a Fabio Giovinazzo (critico cinematografico e fotografo), Fabio Mazzari (direttore responsabile), Damiano Boldrini (grafico). È previsto inoltre un reading poetico a cura di Claudio Piccione, Simone Dapelo, Giacomo Caruso. Interventi musicali di Martino Marini e Matteo Traverso.

Per informazioni:
Club Amici del Cinema – e-mail: amicicinema@gmail.com – Tel. 010413838